giovedì 19 settembre 2013

L'Esorcista

USA (1973)

Regia di William Friedkin

Cast  Linda Blair, Ellen Burstyn, Jason Miller, Max Von Sydow, Lee J. Cobb, Kitty Winn, Jack MacGowran, Reverend William O'Malley



Regan, una bambina allegra e spensierata si ammala improvvisamente. Né la madre né i medici riescono ad aiutarla in quanto le analisi non forniscono alcuna risposta.
Nel frattempo iniziano ad accadere cose sempre più strane in casa di Regan e alla bambina stessa.
La madre così, ormai disperata, si rivolge ad un prete...



Parlare de "L'Esorcista" non è poi tanto semplice in quanto, essendo io totalmente di parte, non so quanto riuscirò ad essere obiettiva.

Uscito nel 1973 creò immediatamente scalpore a causa dell'estrema blasfemia. Fu infatti censurato inizialmente per poi essere riabilitato solamente 25 anni dopo (In Italia nel 2000 molti cinema misero in onda questa nuova versione uncesured che comprendeva ben 11 minuti in più di film).
In occasione della nuova uscita il finale originale del film venne inserito tra i contenuti speciali, mantre quello alternativo diventò quello ufficiale. Perché? Perché quest'ultimo poneva un alone di speranza e ottimismo al film, cose che non suscitava il precedente.

Ad accrescere la fama del film ci pensarono alcune voci relative ad incidenti accaduti sul set che iniziarono a circolare qualche anno dopo l'uscita della pellicola.
Si diffuse la diceria che il film fosse maledetto. Alcune voci si rivelarono vere, mentre altre no.
Qui di seguito quelle reali : 

- Linda Blair e Ellen Burstyn riportarono gravi danni alla schiena. Ellen, dopo un incidente sul set, riportò gravi danni permanenti alla colonna vertebrale.
- La casa in cui si svolgono le riprese, èrese fuoco. Tutta ad eccetto della camera di Regan.
- Jack MacGowran (che nel film muore), morì realmente prima dell'uscita del film.
- Prima che il film uscisse nelle sale, morirono diverse persone legate alla pellicola.
 (Ce ne saranno certamente altre, ma ahimé io ricordo solamente queste.)


Facile comprendere i motivi per cui il film ebbe tantissimo successo all'epoca. Era il primo film che affrontava il tema della possessione apertamente. Scene crude al limite del blasfemo e atmosfere cupe e inquietanti non potevano non colpire la critica del tempo.
Un cast eccezionale fece la sua buonissima parte.
Per i tempi quello era un film d'avanguardia, un prodotto completamente nuovo che segnava una cesura col cinema (e passatemi il termine) più puritano e controllato degli anni precedenti.

Sono passati 40 anni e rimane sempre il miglior film di quel genere di tutti i tempi. E' un film che non passa mai. 
Effetti speciali più avanzati o no, nessun film uscito da allora in poi ha potuto reggere il confronto con quella piccola, meravigliosa perla dell'horror.
Un must per gli amanti dell'horror, ma anche per gli amanti del cinema.

No, nessun voto. Impossibile.


4 commenti: